Unconventional bride

L’abito da sposa è, ormai da molto tempo, uno degli elementi su cui ci si concentra maggiormente dal momento in cui si decide il giorno delle nozze fino al momento in cui finalmente lo si indossa per percorrere la navata. Molti gli stili proposti negli ultimi decenni e tantissime le star che hanno ispirato le nostre mises nella scelta dell’abito perfetto. Impossibile non notare il cambiamento degli ultimi anni nella scelta di quest’abito così importante!

L’influenza di passerelle e star è ancora nell’aria ma molti sono gli indizi che indicano che qualcosa di nuovo è all’orizzonte: un tipo di donna totalmente nuova! Le spose di oggi, infatti, sono indiscutibilmente cambiate rispetto al passato: traggono spunto dalle passerelle introducendo tocchi personali ed irripetibili,  sanno giocare con gli abbinamenti e non hanno paura di sperimentare. Le donne che oggi si apprestano a pronunciare il fatidico “Si” sono diverse: hanno più potere nel lavoro, nella coppia e nelle decisioni. Per questo motivo l’abito da sposa è sempre più particolare e personalizzato, creato per assecondare le inclinazioni di ogni singola donna.

L'esperta di stile vintage Molly Guy ha voluto con la sua boutique per spose a New York dar voce proprio a tutte quelle affermate professioniste, non star dello showbiz, che vogliono qualcosa di davvero unico e che le rappresenti. Stone Fox Bride, questo il nome del luogo di culto per le spose non tradizionali, è diventato in poco tempo un tempio per donne di successo in procinto di fare il grande passo lanciando di fatto una moda che sicuramente proseguirà nel tempo.

Molly Guy presente alla prova abito, bellissimi i vestiti vintage e la scelta di un giardino come location.

 

Bellissime e potenti le spose sono donne affermate nel proprio lavoro come Andrea Cashman che dirige la Andrea Rosen Gallery e si è sposata il 10 agosto di quest’anno o Anna Sternoff capo strategia marketing per la Capitains of Industry che ha detto il suo “Sì” in abito champagne fra damigelle e palloncini.

Anna Sternoff e Andrea Cashman, due donne di successo che hanno scelto per il matrimonio un abito non convenzionale nella boutique di New York: Stone Fox Bride

 

Bibi Lorenzetti maestra di Yoga e Christen Mitchell stilista, clienti della boutique di Molly Guy.

Donne che hanno avuto successo ed hanno deciso di andare all’altare con l’abito dei loro sogni. Un vestito che le ha fatte sentire a loro agio rendendole bellissime e diverse, uniche ed insolite. Le passerelle sono piene di abiti che poco assomigliano a quelli tradizionali, le copertine delle riviste di settore hanno migliorato il tiro iniziando a parlare anche a chi vive il matrimonio diversamente, senza abito da principessa e soprattutto con altri valori e attraverso scelte differenti.

Alcune bellissime immagini di spose sorridenti ed uniche nei loro insoliti abiti da sposa.

Scelte coraggiose di spose che si mettono in gioco anche in un giorno in cui si poteva scegliere la strada più semplice, un giorno in cui potevano tranquillamente decidere di non rischiare. L’abito da sposa poco convenzionale è l’assoluto trend del nuovo decennio per un tipo di donna nuova che vogliamo rappresentare e che sentiamo di essere. Donne speciali ed uniche che sanno far valere la propria opinione anche e soprattutto nel fatidico giorno del “Sì”.

Alcune immagini prese dai servizi incentrati sui nuovi abiti da sposa presi da riviste dedicate.
Collezione 2013 da sposa di Oscar de La renta

Anche noi amiamo le spose non convenzionali: scopri la nostra selezione qui:

4 dettagli di alcuni dei nostri fantastici abiti per una sposa che non vuole essere convenzionale. In ordive orario: Vivienne Westwood, Blumarine, Blumarine, Alberta Ferretti.
Share :
Sfoglia il nostro catalogo