Spettacolo e divertimento per il secondo giorno della Fashion week di New York!

Estro, originalità e colpi di scena hanno intrattenuto gli ospiti e i visitatori che hanno assistito all’evento dance fashion di Gareth Pugh’s e alla sfilata di Peter Som, ma in generale tutta Manhattan è stata avvolta dal clima frizzante e dall’aria glamour che profuma di novità modaiole e di lusso sfrenato le vie della Grande Mela.

Un’immagine dello spettacolo fashion di Gareth Pugh e Tea Hacic che ha assistito allo show (che indossa una propria creazione).
Immagini della passerella dello stilista prediletto dalla first lady: Michelle Obama

 

Tra gli stilisti che hanno riempito il calendario del DAY 2 una particolare menzione va al grande ritorno di Gwen Stefani, dopo tre anni in cui si è dedicata a fare solo la mamma, finalmente ha ripreso a solcare le passerelle incuriosendo gli spettatori con look moderno-tribali e con modelle che hanno sfilato a ritmo sulla base di un grintoso urban video girato dalla storica collaboratrice Sophie Muller.

Gwen Stefani in passerella per il suo grande ritorno. LAMB collection ha sfilato esibendo look moderno-tribali del tutto nuovi ed inattesi.

Anche lui ispirato da donne forti ma assolutamente lontanissime dallo stile tribale dell’ex cantante Gwen, Jason Wu ha voluto prendere a muse le attrici Charlotte Rampling e Diane Kruger. “A loro mi sono ispirato per la realizzazione di ogni singolo capo” ha dichiarato.

Elegante e raffinata la collezione di Wu: disegni rigoroso si abbinano alla sensualità morbida di tessuti fluidi, per una silhouette estremamente femminile.

Ma alle sfilate del secondo giorno non sono certo mancati i grandi nomi sulle passerelle: finiture delicate su abiti da sera in colori pastello, ricchi di dettagli luccicanti per Monique Lhuiller.

Gli abiti ispirati alle tonalità dell’alba di Monique Lhuiller.

 

La sua collezione primaverile rosa tenue, verde menta, corallo e azzurro cielo è ispirata ai toni ed alle sfumature dell’alba. L sua sfilata è stata magica, non meno spettacolare delle altre, caratterizzata da una pioggia di petali luminescenti che hanno ricoperto gli spettatori al Lincoln Center Tents.

 

Dedichiamo un ultima citazione a Rebecca Minkoff che diversamente dagli altri si concentra molto sulla tecnologia. Strizza l’occhio alle novità digitali e presenta un bracciale che funge anche da carica batterie per il cellulare, degli occhiali 3D, delle scarpe (non troppo femminili) ricoperte di borchie. Il tutto dedicato per lo più alla nuova generazione: quella dei millennial.

La collezione primaverile di abiti 2015 di Rebecca Minkoff.
Share :
Sfoglia il nostro catalogo