PFW: ripensare la modernità ed il gusto attraverso la moda.

Quando Christian Dior arriva in passerella è sempre una sorpresa. Per la primavera estate 2015 la Maison si è presa il compito di ridefinire il concetto di modernità nella moda. Impresa non facile, quella portata avanti dal direttore creativo Raf Simmons che è riuscito per l’occasione a creare un look nuovo con pertinenti riferimenti al passato. Una donna attraente e rigorosa, per una collezione che prende in prestito gli spunti della corte reale francese del settecento e li mescola con la modernità dei pantaloncini da skate. Colli alti, gilet-top, linee stile impero e ricchi ricami. Una passerella teatrale e avvolgente che ha lasciato tutti senza fiato.

La super collezione di Dior che ripensa al concetto di moda e contemporaneità.

Crop top e tessuti luminescenti per la collezione di Julien David che si affida alle tonalità del corallo e del tortora per decorare le sue composizioni. Asimmetricità e rigida eleganza si miscelano in questi capi che delineano silhouette capaci di giocare con gli abiti, mescolandoli e trovando forme sempre più particolari.

Julien David studia una passerella dalle tonalità corallo e tortora.

Halayan, designer poliedrico ha portato in passerella, fra altri capi di grande interesse, degli occhiali costituiti da sciarpe legate intorno alla testa. Un modo di percepire la moda che si indirizza verso un buon uso della tecnologia e dell’innovazione. Moderni ninja in passerella alternano un gusto di irrealtà ad una eleganza di tessuti veramente ammirevole.

Halayan ed i suoi modelli ninja.

  Collezione di debutto, invece, per Loewe di JW Anderson che rimoderna il packanging aziendale e si lascia ispirare da lino e cotone. Stampe, borse rompicapo e magliette hanno portato le fan del marchio al settimo cielo. Il tessuto raggruppato sulle gonne lunghe, le applicazioni in patch, figure ariose e luminose hanno dato armonia e spessore alla sua passerella.

La linea di debutto di Loewe.

La collezione Maison Martin Margiela si è rivelata essere preziosa, femminile e affascinante. Gonne-pantaloni e stampe flower su tessuti ultra leggeri arricchiscono e donano eleganza a tutta la collezione. Infradito e pochette di diverse dimensioni vengono chiamate ad arricchire la passerella con ottimi risultati ed idee innovative come il portachiavi oversize.

La Maison Martin Margiela propone una linea elegante e femminile

Linee tribali per Isabel Marant che ha dato spettacolo nel pomeriggio di ieri. Lo spirito bohèmien e la leggerezza di questi abiti conquistano immediatamente. Una donna alla ricerca d’avventura e piena di brio ornata di rafia e abiti a sacco. Una moda, quella offerta ieri dalla settimana parigina, sempre più attenta ai cambiamenti della società.

Il tocco tribale della linea di Isabel Marant
Share :