Parigi: la fashion week dell’innovazione e della bellezza

Succede spesso nella vita, come nella moda, che momenti molto felici di una persona coincidano con istanti dolorosi di altri individui. Capita anche, alle volte, che questi due sentimenti si avvicendino con spregiudicata indelicatezza all’interno di uno stesso contesto. Proprio il giorno prima del debutto in passerella della nuova collezione di Chloè si è spenta la designer che lanciò il brand: Gaby Aghion. Una spiacevole perdita proprio a poche ore da una delle passerelle più belle che Chloè abbia lanciato negli ultimi anni. Una collezione, quella pensata da Clare Waight Keller che ha davvero tutto. Abiti soffici, tonalità sensuali come il denim indaco per un urban style comodo e uno spiccato retrogusto bohèmien. Kaftani romantici ed inserti in pizzo hanno reso questa sfilata davvero unica.

John Galliano, Givenchy, Celine, Kenzo e Chloè per una giornata piena di abiti meravigliosi e spunti interessanti

Rigorosa e austera la linea di Celine, con abiti strutturati e stampe floreali ispirate agli anni ’70. Una collezione che non convince a pieno per colori e tipologie di abiti proposti.

Rigorosa e austera la collezione presentata da Celine.

Un po’ pirata e un po’ dama di corte: questa è la dualità proposta per la donna Givenchy della prossima estate. Aggressiva e principesca, dark e fiabesca. Il bianco e il nero di cui sono composti la gran parte dei capi presentati sono metafora di un messaggio più complesso: il nero e il bianco non solo vestono la donna ma la compongono intimamente in questi abiti delineandone la forza e facendone intravedere la dolcezza.

Givenchy presenta una donna fiabesca e dark, consapevole e dolce.

Abiti lunghi e gioiosi per John Galliano che sperimenta, come sempre, unendo tessuti e gradazioni di colore alle volte in contrasto. Semplicemente splendidi gli abiti lunghi, le mises dalle forme military e gli spunti africani presenti nella collezione. Un amalgama straordinario con alcuni pezzi, come il long dress verde scuro con corpetto lavorato su cui vale la pena soffermarsi.

Spiritose mises e colori a contrasto per John Galliano.

Poco esaltante, invece, la collezione proposta da Kenzo. Oversize davvero di difficile vestibilità su gran parte dei corpi femminili con contrasti di tessuto traforato e trasparenze. Unica nota di grande bellezza il cappotto blu a raso con enorme scollo e inserti neri a contrasto!

Kenzo propone una collezione oversize in cui punta di diamante sembra essere uno splendido cappotto blue.
Share :
Sfoglia il nostro catalogo