Parigi Fashion week: sono rimaste idee favolose da far sfilare?

Non è certo un affare semplice riuscire a stupire ed emozionare il pubblico se ti trovi a sfilare dopo che una sfilza di designer hanno esibito le loro collezioni per le tre lunghe settimane precedenti sulle piazze della moda più importanti del mondo partendo da New York per poi passare da Londra e Milano.

Le collezioni più cool del prêt-à-porter made in France ci daranno nuova ispirazione per il nostro guardaroba del prossimo anno e magari un’ulteriore conferma dei trend già intuiti fino ad oggi? L’ombra della torre Eiffel e l’aria modaiola che si respira nella città saranno in grado di dare agli stilisti un aiuto nel lanciare tendenze e definire accessori e capi must have per la prossima stagione?

Certamente la location di questa settimana della moda è favolosa e molti stilisti hanno potuto sfilare in palazzi stupendi che di certo hanno aiutato rispetto ai capannoni che spesso abbiamo visto ospitare anche grandi nomi della moda.

Lea Peckre per la PFW sfila nello splendido contesto dell’Hotel de Ville.

I protagonisti saranno i nomi di spicco della moda internazionale e francese. Tra i più attesi Anthony Vaccarello, Balenciaga, Balmain, Lanvin, Nina Ricci, Dior, Kenzo, Céline, Chloé, Givenchy e ovviamente Vivienne Westwood e Chanel! Tantissimi anche gli eventi collaterali alle sfilate, after party e così via.

La sfilata di Anthony Vaccarello è tra quelle del primo giorno.

Propone una donna seria, in abiti eleganti e tailleur anche se rivisitati con un tocco di trasgressione grazie alle gonne tagliate diagonalmente fino a rendere la lunghezza delle stesse pari a quella di una mini.

I colori sono scuri: grigio e nero la fan da padroni con un'unica eccezione di un tocco di rosso. Vaccarello fa sfilare anche modelle in moderni tailleur gessati molto seducenti, non adatti certamente ad un occasione business.

Le linee sono asimmetriche anche per gli abiti da sera ed i tessuti semplici con molte inserzioni in pelle.

 

Anthony Vaccarello: la sua collezione ss2015 era una delle più attese nella settimana della moda parigina.

Simon Porte Jacquemus propone un gioioso viaggio nella sua infanzia nel sud della Francia sulla soleggiata costa marsigliese. Colori allegri, strisce larghe e musica ci fanno letteralmente viaggiare con la mente. Come già fatto nelle stagioni passate Jacquemus gioca alla costruzione/decostruzione di nuove forme e linee.  Anche le modelle sono state scelte perfettamente, con un’aria divertita e di innocenza che fa sorridere.

Il richiamo alla costa marsigliese della sua infanzia nella SS 2015 collection di Jacquemus.

Molto belli gli abiti che porta in passerella Pascal Millet. La sua è una donna forte, sicura di sé. Veste in pelle (anche nera) ma ha per lo più uno stile solare e fresco. I colori sono per lo più caldi e non bisogna farsi confondere dai cappellini e dalle fasce in pelle tra i capelli che, unitamente ai corpetti e alle gonne total black fanno pensare ad un rock rivisitato per l’estiva ragazza moderna. Una sfilata dagli abiti succinti e fascianti che lascia spazio a giacche più comode ed abiti con gonne svolazzanti.

Pascal Millet SS2015 il primo giorno della Parigi Fashion Week.

Un momento di vero show chiude la giornata alle ore 20 con il marchio di streetwear Hood By Air. I giovani designer che hanno sfilato anche a NY: Shayne Oliver E Raoul Lopez propongono abiti androgini, vestiti e gonne da uomo, stivaloni di gomma e pelle a mezza coscia, sempre da uomo, con tacco abbondante, abbinati a short da boxeur, capi maschili indossati da modelle, modelli con le stampelle, cani giganteschi, e la passerella trasformata in un circo punk nichilista ma molto glamour. Tanto denim, pantaloni strappati e maglie e giacchine corte o più che destrutturate, poi felpe con il cappuccio, giubbotti di pelle con le borchie: quando l'abbigliamento sportivo incontra il leather sadomaso.

 

Il marchio di streetwear Hood By Air

Le fashion addict, gli addetti ai lavori, tutta la stampa specializzata e gli immancabili curiosi si sono riuniti da ieri nella capitale dell’amore e dall’affluenza pare che le sfilate della settimana della moda di Parigi non abbiano perso il loro fascino. Ci si aspettano grandi show e sorprese. Abiti da sera, tessuti morbidi e fluttuanti, grande eleganza. Chissà quale sarà il giorno più appagante…

Share :
Sfoglia il nostro catalogo