MFW: il penultimo giorno tra uccellini, frutta, cibarie e mercato dei fiori.

E’ Marni ad inaugurare il penultimo giorno della settimana della moda milanese.

Il brand festeggia i suoi primi 20 anni e Consuelo Castiglioni ha deciso di celebrare il marchio con un richiamo generale a tutto lo stile della griffe, dal minimalismo estremo alle stampe con i fiori oversize.

Marni ha organizzato anche un evento molto simpatico, il Marni Prisma: il mercato dei fiori, contesto molto caro al direttore creativo Castiglioni. Si tratta di un mercatino in cui si può trovare un po’ di tutto, vasi decorati con stampe d'archivio, grembiuli di canvas, teli per coprire le piante e poi ovviamente tante shopping bag, il ricavato della vendita di questi articoli sarà devoluto in beneficenza.
E’ un luogo ricco di vitalità ed energia, un trionfo di colori e allegria e rappresenta uno spaccato della cultura locale. I fiori inoltre hanno sempre fatto parte del linguaggio di Marni, specialmente quando si parla di stampe.

La sfilata Marni ci regala capi dalle linee semplici ed essenziali incentrate sul bianco, il beige e il nero, mise lunghe con tessuti svolazzanti, cinture nere oversize annodate in vita ed uno stile generale d’ispirazione giapponese.

La collezione prende colore verso la metà della sfilata, prima escono le modelle indossando abiti in tonalità del rosa, verde e turchese e poi con le stampe. Molto belle e particolari le stampe kimono rivisitate ma anche quelle con fiori oversize che sono nei codici Marni e che si allargano fino a diventare solo i petali.

Marni ripercorre i vent’anni del brand nella SS2015 per celebrare il compleanno del marchio.

Grazie a Massimiliano Giornetti Ferragamo si riconferma sempre all'insegna della sobrietà e della eleganza. Fierezza è il sentimento che rende la SS2015 collection un successo. Dedicata a donne raffinate con una classe d'altri tempi: più precisamente parliamo degli anni ‘40 caratterizzati da abiti con una silhouette rigorosa.

Lavorazioni in maglia di abiti, di gonne, di bluse e stampe animalier si mixano con quelle geometriche e i colori: giallo, azzurro, arancio, verde, gesso sono a contrasto con le molte tonalità neutre degli accessori. Leit motiv della collezione sono le frange che ornano abiti e borse: ormai futuro trend affermato anche grazie ad altre collezioni come quella di Alberta Ferretti per esempio.

Gli accessori sono molti, dalle doctor bag alle cinture in rettile fino alle shopper con manici in vetro. I sandali hanno tutti la zeppa, i famosi Rainbow nati nel 1938, rivisitati in chiave moderna accostando materiali a contrasto come sughero, paglia, canvas e pitone.

Marni ripercorre i vent’anni del brand nella SS2015 per celebrare il compleanno del marchio.

Trussardi scende in campo fiero del tratto che da sempre lo contraddistingue: lo stile sofisticato e la ricerca del lusso autentico, senza tempo. La sua collezione ha un sapore agonistico, ispirata all’eleganza degli sportivi. Tute, minigonne, top debadeur e shorts, reinterpretano, in chiave fashion, parte dell’abbigliamento sportivo.

La donna Trussardi è dinamica e sofisticata, ama esaltare al meglio il proprio corpo.

Una collezione che propone la pelle, uno dei tratti distintivi di Trussardi, in tanti stili e colori, ma soprattutto in una versione molto originale, contemporanea e sofisticata. Le creazioni lasciano chiaramente trasparire l’impronta che Gaia Trussardi ha voluto lasciare, prestando particolare attenzione al binomio “fisicità e vestito”.

Marni ripercorre i vent’anni del brand nella SS2015 per celebrare il compleanno del marchio.

MSGM: toni allegri, colori vivaci, stampe divertenti sono il filone che caratterizza ogni sigolo capo. La sfilata si presenta molto ironica e giovane. Trasparenze, come già sono state presentate sulla passerella di Francesco Scognamiglio, fanno da copriabito in molte creazioni e i colori non mancano.

Massimo Giorgetti, direttore creativo del brand trae ispirazione dalla letteratura, dal romanzo Freedom di Jonathan Frenzen. Le stampe infatti ritraggono colorati uccellini, che ripropongono anche uno stile più "musicale": gli uccellini, come il picchio, i fringuelli, il passerotto, da soli o in compagnia, fanno bella mostra di loro sugli abiti, sulle gonne, diventando protagonisti di ogni tipo di materiale sceso in passerella, dal satin al tulle.

L’ ironico e divertente carattere della collezione MSGM rallegra la domenica milanese grazie ad un’ispirazione letteraria del direttore creativo.

Se per le precedenti collezioni la parola chiave è eleganza e sobrietà, anche per Au Jour Le Jour, come per MSGM ci distanziamo da un classico concetto e incappiamo in qualcosa di nuovo e più frizzante.

Grandi protagonisti in questo caso non sono gli uccellini e le lettere ma il cibo in genere, dai gelati alla frutta ai biscotti..

La collezione sembra un menù appena uscito da un ristorante decisamente bizzarro. Si compone di minidress, talvolta dal gusto rock, bluse più femminili, jumpsuit più sportive, ma sempre molto chic, gonne corte e pantaloni larghi.

La collezione alimentare di Au Jour Le Jour per la SS2105.
La collezione alimentare di Au Jour Le Jour per la SS2105.

La domenica della moda milanese ha visto sfilare anche altri grandi brand tra cui Laura Biagiotti, John Richmond e Roccobarocco.

Share :
Sfoglia il nostro catalogo