La Regina del Pop: icona trasformista senza eguali!

Ha festeggiato 56 anni il 16 agosto scorso e giornali, media, blogger e chi più ne ha più ne metta non potevano far passare l’evento inosservato!

D’altra parte un’artista come lei non poteva che dare una festa in grande stile, naturalmente ispirata ad una qualche epoca o icona di Hollywood.

Louise Veronica Ciccone, per tutti Madonna, è un vero mito vivente ed ha cambiato e segnato la storia della musica ma anche del fare spettacolo.

La sua storia inizia a disegnarsi quando con 35$ in tasca arriva a NY per studiare danza ed in cerca di fortuna. Per mantenersi fa diversi lavori e fonda con il suo ragazzo dell’epoca una band musicale (i Breakfast Club) in cui suona come batterista, per diventarne poi la cantante.

Un immagine dell’epoca (anni ’80) in cui Madonna suonava come batterista nel gruppo Breakfast Club.

Staccatasi dal gruppo fa uscire il suo primo album “Madonna” nel 1983 e ottiene un immediato successo negli Stati Uniti. Quello che però la porta ad affermarsi sul serio è il secondo album che uscirà l’anno successivo: “Like a Virgin” nel quale ci sono singoli di grande successo come la title track, “Material Girl” (ispirato e dedicato ad uno degli idoli di Madonna: Marilyn Monroe) ed “Angel”.

Le immagini di Madonna che negli anni ’80, all’epoca dell’uscita dell’album “Like a Virgin”, viveva la sua fase da “Vergine”, indossando un abito da sposa molto unconventional che ora si trova esposto all’Hard Rock Cafe di Miami.

Madonna è riuscita a farsi notare, dopo anni di gavetta, grazie al suo stile unico, personale ed in continua evoluzione. Ai suoi primi album pop di successo ne fa seguire altri, sempre maggiormente apprezzati dal pubblico. Si fa conoscere e battezzare come una provocatrice senza pari: attira l’attenzione non benevola della chiesa cattolica, dei partiti conservatori americani, e dei puristi del cinema che non apprezzano le sue caricature delle grandi icone di Hollywood.

Nel corso della sua lunga carriera batte ogni record e trasforma la sua immagine seguendo vari filoni artistici e modificando il suo stile per toccare fasi sempre sorprendenti ed inaspettate rispetto alle precedenti. Il suo look ha un ruolo fondamentale tanto quanto le sue esibizioni e l’evoluzione dello stile dei suoi brani.

Dal periodo “Virgin” saltiamo alla fase successiva totalmente opposta alla precedente. Una fase controversa in cui Madonna si esibisce nel “Blonde Ambition World Tour” durante il quale accosta iconografie cattoliche e allusioni sessuali: considerato il tour per eccellenza per aver rivoluzionato il modo di fare spettacolo nel pop e nel rock con i concerti.

Madonna durante il “Blond Ambition World Tour” mentre indossa i famosi corsetti con coppe a punta disegnati da Jean Paul Gaultier.

Gli anni ’90 sono l’epoca del trasformismo più sfrenato per la diva che passa da una raffinata eleganza come quella esibita ispirandosi alla Monroe (suo idolo di sempre) durante gli Academy Awards del ’91, indossando un abito bianco tempestato di diamanti ai provanti reggiseni del Girlie Tour del ’93.

La fase trasformista di Madonna durante il “Girlie Show” mostra il lato più sexy e provocante della popstar mentre promuoveva l’album “Erotica”. Durante il tour Madonna ed il suo staff hanno indossato una selezione di più di 1500 costumi tutti creati da Dolce & Gabbana.

Nel ’98 arriva la fase mistica di Madonna. Nella vita inizia a dedicarsi quotidianamente allo yoga e si avvicina al buddhismo ed all’induismo decidendo così di mostrare al mondo il suo cambiamento interiore ed esprimendo il suo animo nel video “Frozen”.

La fase mistica: hennè, capelli corvini, corpo e viso dipinti e tanta meditazione.

 

La fase successiva vede Madonna calarsi nel ruolo di geisha in quanto lei stessa dichiarò che la sua professione la faceva sentire una moderna geisha. Il kimono rosso fu disegnato anche in quell’occasione (come i corsetti con coppe a punta) da Jean Paul Gaultier e sfoggiato nel video “Nothing Really Matters” ispirato al romanzo “Memorie di una geisha”.

Alcune immagini della fase geisha di Madonna nel video del ’99 Nothing Really Matters.

Una popstar come Madonna non manca mai di sorprendere e tra le sue fasi trasformiste, negli anni 2000 abbraccia lo stile gentleman indossando in più occasioni abbigliamento maschile, come durante gli MTV awards del 2003 ai quali si presenta in smoking e, durante la famosa performance in cui si lascia andare ad effusioni saffiche con le colleghe Britney Spears e Christina Aguilera, si esibisce in un body nero molto mascolino.

Madonna e la fase gentleman, a sinistra in una foto col figlio in occasione dei Grammy Awards e sulla destra mentre bacia Christina Aguilera e Britney Spears.

 

Chiudiamo la descrizione delle evoluzioni stilistiche della Ciccone menzionando la fase Dea Egizia in occasione del Super Bowl del 2012 durante il quale la diva dichiarò che stava per metter in scena il più grande spettacolo del mondo nel bel mezzo del più grande spettacolo del mondo.

Alcune immagini di quello che Madonna ha definito il più grande spettacolo del mondo durante il Super Bowl 2012.

Durante gli ultimi 30anni la Regina del pop ci ha sorpreso e incuriosito con i vari look e stili iconici, provocanti e sorprendenti.

A 56 anni, dopo 2 matrimoni e 4 figli, dopo essere passata da punk ribelle a femme fatale a donna aggressiva e mascolina, a geisha, a cowgirl ed a donna egizia…con un fisico da fare invidia a chiunque ed una voglia di fare pari a quella con cui è partita da NY con i 35$ in tasca, pare avere in serbo per il suo pubblico ancora tante sorprese. Non ha paura di nulla: passa tranquillamente da una tinta ad un'altra, dal nero al biondo platino, al rosso. Chissà quale potra essere il suo prossimo look

Share :
Sfoglia il nostro catalogo