Culture and fashion!

Mai come quest’anno in passerella hanno sfilato simboli nazionali e citazioni etniche. Elementi straordinari e capi di grande bellezza che hanno saputo ispirare i più grandi nomi della moda internazionale.  Ecco come i grandi designer della moda hanno reinterpretato le differenti culture e tradizioni dei popoli del mondo offrendo a tutte le appassionate dei veri e propri capolavori fashion: contemporanei ed allo stesso tempo eterni.

 

 

 

Valentino a|w 2015

 

 

 

 

Il mood americano anche quest’anno è stato fra i più amati grazie alla sfilata di Moschino, la prefall di Christopher Kane e House of Holland! Simbolo del melting pot più frenetico del mondo, caratterizzato dall’outifit sportivo e mai banale l’ispirazione americana riporta in passerella un gran numero di outfit pop.

 

 

Moschino AW 2015

 

 

 

Altere e bohemien le donne dall’allure francese sembrano essere dotate di un glamour innato. Aristocratiche e sempre impeccabili le parigine di Chanel. Karl Lagerfeld per la sfilata dedicata al prossimo inverno ha voluto ricreare proprio una classica  brasserie francese con pavimento di mosaico, divanetti imbottiti, piccoli tavolini, profumo di croissant e champagne tra cui sfilano modelli dedicati ad una donna elegantissima.  Già nella pre collezione invernale Stella McCartney e Sonia Rykiel avevano tratto ispirazione dal più autentico chic à la française.

 

 

 

Chanel AW 2015

 

 

 

 

In passerella anche lo stile russo delle zarine con i loro rasi ed pizzi preziosi. Le rifiniture lussuose di Antonio Marras parlano di nuove principesse sfarzose amanti dei fur. Moltissime anche le pre-fall capaci di riportare in auge il passato glorioso della Russia imperiale fra tutte quella di Oscar de La renta ed Eliee Saab.

 

 

 

Antonio Marras AW 2015

 

 

 

 

 

Le trend setter metropolitane non possono fare a meno di ispirarsi anche alle tradizioni irochesi e apache con l’imperversare dei fiori e delle frange in pelle riferimento all'estetica degli indiani.  Fra tutte a spiccare per l'estrema cura con cui hanno affrontato questo stile le pre collezioni invernali di Rachel Zoe, Emilio Pucci e Ralph Lauren.

 

 

 

Emilio Pucci pre fall 2015

 

 

 

 

La complessità dei disegni e delle trame, le stampe dai connotati etnici imperversano un po’ ovunque da alcuni capi dalla passerella invernale di Valentino alle pre collezioni di Diane Von Furstenberg mentre ad Alberta Ferretti spetta lo scettro di paladina della nostra storia con la sua collezione invernale ispirata al rinascimento italiano.

 

 

 

Alberta Ferretti AW 2015

 

 

Ancora una volta la moda si dimostra più avanti della realtà delle cose dimostrando quanto sia facile sulla carta essere fieri del proprio passato e guardare al futuro riuscendo a capire e ad indossare come propria la tradizione di un altro popolo.

 

Share :
Sfoglia il nostro catalogo