Cronaca, stile e memoria: l’ultimo imperdibile giorno della London fashion week!

Preoccupazione e sgomento sono due parole che non si accompagnano spesso a “fashion show”. Eppure queste sono state alcune delle sensazioni dei presenti durante l’ultimo giorno della settimana della moda di Londra. Negli spazi di Topshop, allestiti per una sfilata, un uomo impegnato in una struttura adiacente in un cantiere è caduto dal tetto sconvolgendo l’intera sala. L’operaio, che al momento sta bene, non ha colpito nessuno durante la sua caduta ma ha sicuramente segnato questo ultimo giorno della London Fashion Week. La linea che stava per essere presentata al Topshop Space era quella di Fashion East che ha sfilato poco dopo l’accaduto con alcune proteste dei presenti ancora preoccupati e sbalorditi. La linea di Fashion East, sfortunata ad aprirsi con uno spiacevole episodio, non mostra con il passare dei minuti nessun segno degno di nota presentando per la maggior parte modelli immettibili e forme poco sfruttabili.

I capi presentati da Fashion East subito dopo l’incidente.

 

Incanta, invece, come sempre Simone Rocha con una collezione delicata e senza tempo. Fiori rossi, proporzioni angeliche, veli, fiori all’uncinetto e broccati bianchi. Una collezione romantica, femminile e dedicata a fasce d’età diverse!

 

La collezione deliziosa e femminile composta da Simone Rocha.

Spettacolo puro la collezione di Anya Hindmarch che propone come posti a sedere dei piani girevoli per poter vedere la collezione a 360°. La stilista ha proposto una linea di accessori dedicata alla scuola in cui riprende le abitudini di quando era ragazzina, creando borse molto belle.  Pare, che le bags presentate in passerella dalla stilista saranno il must have della prossima stagione.

Le borse di Anya Hindmarch che hanno conquistato plauso di pubblico e addetti del settore

La sfilata di Emilio de la Morena presenta una donna consapevole e forte, con tagli e fantasie che donano luce alla silhouette. Il pantalone rosso a vita alta abbinato ad un mini bustier oro è un esempio del look proposto per la prossima stagione dallo stilista.

Emilio de la Morena presenta per la sua collezione una donna forte e determinata che non ha paura di giocare con il suo corpo.

Ispirata ai viaggi, ai colori e le sensazioni degli anni ’90, Osman mette in scena una collezione fatta di cammei, frange e perle e molti abiti in patchwork che incarnano in tutto l’atmosfera dell’ultima decade del secolo scorso.

Collezione dedicata ai fantastici anni ’90 composta da Osman

Nel giorno di chiusura della London Fashion Week sfila anche Meadham Kirchoff. I due stilisti ricordano con i loro capi cosa è Londra per la moda: il luogo di nascita della cultura ribelle, esibizionismo, la declinazione punk dello stile classico, la patria del femminismo. La collezione di Meadham Kirchoff parla di tendenze ed omaggia questa capitale della moda con capi irriverenti e fuori dagli schemi che solo Londra, ancora oggi è in grado di offrire. Un viaggio nella storia della moda e un promemoria per ricordare perché Londra è una tappa irrinunciabile.

Meadham Kirchoff e l’omaggio a Londra: capitale della moda ribelle.
Share :
Sfoglia il nostro catalogo