Acconciature invernali: quali sono le più chic?

Le passerelle parlano chiaro: lo chignon è tornato e la farà da padrone anche questo inverno. Ideale per serate di gala e per l’ufficio le passerelle hanno offerto molte varianti di questa pettinatura femminile e senza tempo. Da quello semplice ma preciso, da creare con un pettine sottilissimo per stringare i capelli dalla radice a chignon disordinati o più complessi come quello a chiocciola presentato da Issey Miyake. Lo chignon a chiocciola, non di facile realizzazione, prevede la divisione della coda in cinque o sei ciocche per poi arrotolarle concentricamente fino a creare, per l’appunto, l’effetto di una chiocciola. Altro tipo di chignon più basso è quello formato da trecce, dalle due alle cinque, che si vanno ad unire l’una all’altra intrecciandosi alla base della nuca.

Lo chignon è l’acconciatura preferita dell’inverno nelle sue tantissime varianti.

A presentare lo chignon in passerella è stato, fra gli altri, Jean Paul Gaultier, che ha sorpreso con il suo torchignon, una pettinatura facile che si struttura con una coda alta attorcigliata su se stessa verso l’alto e fissata alla base con un secondo elastico.

Il torchignon presentato da Jean Paul Gaultier in passerella.

Altra moda di stagione è senza dubbio la frangia dal taglio netto, forte e decisa ha raccolto il consenso su molte passerelle accompagnata da capelli oltre le spalle, vera tendenza stagionale. Sono stati proprio i capelli lunghi, infatti, il punto cardine  in quasi tutte le sfilate, ornati da nuovi e più complessi intrecci. La pettinatura più facile è senza dubbio la coda dressage presentata da Byblos. Questa acconciatura altro non è che una coda effettuata con elastico largo e piatto. La coda sembrerà così più sottile e armoniosa.  Per le strade e sul web invece, sembra esserci un crescente interesse per le trecce a spina di pesce dall’effetto spettinato e femminile. Altro grande cult ripreso dalla scorsa stagione sono le acconciature che contemplano dei fiocchi creati proprio con i capelli, semplici e davvero bon ton se non troppo appariscenti.

Moda e web: capelli intrecciati a fiocco e trecce a spina di pesce.

Probabilmente l’idea più bella per le acconciature è stata offerta in passerella da Fendi che ha impreziosito le capigliature delle sue modelle con una coda geometrica. La coda geometrica si ottiene spostando da una parte all’altra del capo le ciocche sovrapponendole e formando sul capo la punta di un triangolo. La coda viene poi raccolta a metà testa.

La coda geometrica portata in passerella da Fendi.

Anche per questo inverno impazza, invece, la voglia di tinte dai colori caldi, alleggerite magari da colpi di sole o da ciocche in nuances leggermente più chiare. Se siete stanche delle solite tinte e  avete voglia di cambiare basterà qualche ciocca di un colore inaspettato e accattivante per ravvivare la chioma. Da New York a Milano sarete assolutamente favolose con un bob tagliato cortissimo ed ispirato alle dive degli anni venti. Un taglio adatto ai capelli mossi e a tutte le donne che non hanno molta dimestichezza con spazzola e phon.

Glamour e retrò: il bob riesce stagione dopo stagione a riscuotere sempre consensi.

E se quello che state cercando è una acconciatura ribelle lasciatevi ispirare dalla passerella di Chanel. Fuori moda e segno di ribellione per anni i dreadlocks, ormai da un po’, hanno acquistato consenso, conquistando questa stagione proprio una delle passerelle più ambite di sempre. I dreads di stoffa di Chanel sapranno donarvi un’aria etnica e allo stesso tempo di grande impatto.

I dreadlocks di stoffa portati in passerella da Chanel.

Per chi invece ama i capelli corti e non se la sente di andare in contro al trend di stagione, che preferisce capelli molto lunghi, non c’è da disperare.  Potrete infatti trovare ispirazione da tagli new wave e rock’n roll scegliendo pettinature ultra-corte da ravvivare, nelle occasioni speciali, con ondulazioni ed acconciature davvero glam!

Tagli ultra-corti, molto femminili e pratici al di fuori della moda stagionale.

E se non trovate nulla che pensiate stia bene con il vostro viso non preoccupatevi perchè come diceva Joseph Addison: “Non v’è in natura nulla di più variabile dell’acconciatura di una signora”!

Share :
Sfoglia il nostro catalogo