MFW SETTEMBRE 2015 - ULTIMO GIORNO

 

Giorgio Armani ha festeggiato il suo 40° anniversario con la grinta che gli è congeniale proponendo una collezione che parla al futuro e lascia indietro senza nostalgia lo sfarzo ed i modelli del tempo passato. Nel giorno del debutto del suo libro, Armani ha offerto ai presenti una passerella diversa dalle attese e che mostra con quanta passione lo stilista ricerca ancora nuove forme di comunicazione e di rappresentazione nei suoi abiti.  Riferimenti marinari, pantaloni larghi con magliette a righe e stampe per look giocosi e frizzanti. Una collezione ottimista, scattante e giovane per uno stilista che riesce da quattro decenni a meravigliare!

 

 

giorgio armani

 

 

Vivetta Ponti è rimasta nella sua zona di comfort per la collezione primaverile offrendo una  passerella con la consueta estetica capricciosa propria del brand . Gatti, campi di fiori, papaveri, profili di donne, colletti ricamati e cigni per un insieme di capi vivaci e unici che sembrano segnare il cammino e la costante crescita di questo brand.

 

vivetta

 

 

Fra i nuovi arrivati Arthur Arbesser per la prima volta in passerella durante la settimana della moda milanese. Nei capi di Arbesser si poteva cogliere a pieno l’ispirazione del designer: il pittore Balthus. Propri dell’artista polacco i colori, le pose e le strutture utilizzate dal designer per una passerella che non ha soddisfatto e che chiede di aspettare la prossima stagione per un giudizio.

 

 

arbesser

 

 

E' tempo ora di volare a Parigi, verso l'ultima città protagonista del ready to wear al femminile per la prossima primavera.

Share :