London Fashion Week 2015 - Ultimo giorno

 

 

La settimana della moda londinese si è conclusa ieri e tirando le somme si può tranquillamente affermare che tra le tante sfilate sono stati parecchi i capi che hanno colpito la nostra attenzione. Certo c’è stata anche qualche proposta che non si avvicinerà nemmeno lontanamente al nostro guardaroba, in ogni caso abbiamo avuto di che rifarci gli occhi.  Per permettervi di concludere le valutazioni della London Fashion Week come si deve vi mostriamo qualche immagine dei catwalk dell’ultimo giorno.
Il #day5 si è aperto con Ashley Williams e la sua collezione ready to wear fall2015, ricchissima di cappelli in pelo rosa, nero e nocciola.

 

 

Ashley Williams

 

 

 

La collezione giovanile ha unito colori vivaci a capi in pelle nera dal richiamo rock. Le proposte, dedicate certamente ad un pubblico molto giovane, sono state svariate: abiti corti ed attillati, leggings bucati, maglioncini cortissimi e manicotti multicolor abbinati a cappotti larghi decisamente più sobri.

 

 

Anya Hindmarch

 

 

 

“Street style” l’ispirazione di Anya Hindmarch che propone tutti i suoi capi (dai cappotti, alle tute, ai completi ed agli zaini) marcati, dipinti o in qualche modo contrassegnati da un segnale stradale.  E’ solo con Michael Van Der Ham che torniamo un po’ coi piedi per terra a quella che secondo noi è una sfilata da fashion week. Nella collezione ready to wear FW2015 viene posta un’intensa enfasi nella combinazione e nella struttura dei capi cercando di metterne in mostra il più possibile la lavorazione artigianale.  La sfilata del brand è sempre ben riconoscibile date le linee guida ed i tratti caratteristici tipici degli abiti che non vengono mai a mancare. Anche quest’anno infatti sono molte le proposte composte da tessuti drappeggiati e svolazzanti.

 

 

 

Michael Van Der Ham

 

 

La parte di passerella più nuova ed interessante arriva quando entrano in scena le modelle che indossano capi in chiffon e tweed assieme, decorazioni jacquard, parti metalliche e di vetro e top di fili di maglia e seta intrecciati assieme. Originali anche i cappotti in lana con applicazioni di parti in organza. Predominano le proposte nelle tonalità del blu ma non mancano i rossi, viola e neri.In tarda mattinata sfila anche Marques’Almeida e porta in scena un’ampia gamma di colori: si va dal giallo all'arancio, al rosa pallido ed al verde ma quello che il viene proposto nel maggior numero di capi è il denim!

 

 

Maques’Almeida

 

 

Che sia azzurro o blu il denim è il tessuto che più ha ispirato i designer. Proposto per bustini, per abiti, gonne e bluse. Tante poi le trasparenze ed i drappeggi il tutto spesso abbinato a stivali over the knee in colore bronzo. I cuissardes non sono mancati poi nemmeno nella sfilata di Ashish che ha dotato ogni modella di stivali rossi di vernice a completamento di look aggressivi ma trattati con ironia. I cappoti e le gonne camo in pelliccia sfoggiate in abbinata con lingerie e bomber mimetici hanno reso le modelle sexy e sportive richiamando alla mente gli anni ’70.

 

 

Ashish

 

 

 

E’ così che si è conclusa l’ultima giornata della #LFW per lasciare spazio alla settimana della moda Milanese. Un ultimo tocco d’eleganza lo ha dato Emilio de la Morena con bellissimi abiti da cocktail e da serata caratterizzati dai tagli asimmetrici e dagli spacchi vertiginosi. Ricca di velluto blu e burgundy la sua collezione chiude in bellezza una settimana intensa e frenetica zeppa di news e new entry del settore. 

Share :
Sfoglia il nostro catalogo