London Fashion Week 2015 -Giorno #4

 

 

Ad aprire la giornata la sfilata di Antonio Berardi  ispirata al sentimento che ha portato alla creazione della struttura per la fondazione Louis Vuitton progettata dall'architetto Frank Gehry. La modernità che si fonde con la natura, questo il tema principale per la collezione di Berardi che crea abiti dal tessuto jacquard floreale e colori brillanti. La precisione sartoriale tipica di Berardi si è mischiata in questa stagione con abbellimenti e dettagli per rendere più sexy i capi stupendo e modificando lo stile pulito e geometrico tipico dello stilista.

 

 

Antonio Berardi

 

 

Peter Pilotto e Christopher De Vos si sono ispirati per la loro collezione alla vecchia scuola grafica che ha prodotto giochi da tavolo come Snakes and Ladders (diffuso soprattutto nei paesi anglofoni e conosciuto in Italia con il nome di Scale e Serpenti)  e Connect 4 (il nostrano Forza4). Il risultato porta a modelli giocosi, dominati da scacchiere e colori e che riportano alla mente i modelli di punta degli anni Sessanta e Settanta. La collezione si è distinta senza dubbio per l’esecuzione elegante e delicata.

 

 

Peter Pilotto

 

 

 

Erdem è invece riuscito a descrivere attraverso la sua passerella una sensazione comune: il sentirsi più poveri rispetto al passato. Non è solo il debito greco e la complessiva diminuzione del potere d’acquisto, secondo lo stilista, a portare gli europei all'evidenza che qualcosa è cambiato, che generalmente vi è un impoverimento reale del territorio. Mischiando arte, moda e contemporaneità come mai aveva fatto prima Erdem riesce a catturare questo sentimento collettivo in una collezione splendida ed elegante. Abituati all'opulenza dei suoi abiti stupisce l’idea di mostrare il rovescio del tessuto sfilacciando gli orli, così come Miuccia Prada aveva fatto per la collezione primaverile. Splendidi broccati e abiti a clessidra ci riportano ai Fifties quando si stavano gettando le basi per l’Europa di oggi.

 

 

Erdem

 

 

 

Christopher Kane ha dichiarato di voler trasmettere con la sua passerella un sentimento di attrazione e sensualità senza apparire grottesco.  Il risultato: abiti splendidi che sembravano tele con il seno e le parti intime oscurate dalle pieghe perfette e spumeggianti di abiti e gonne. Salma Hayek e Alexa Chung erano fra il pubblico a festeggiare lo stilista che solo da poco ha aperto il suo primo negozio freestanding a Mount Street. In una nota della sfilata si legge, inoltre, che tutta la passerella di Kane è dedicata alla madre Christine morta solo 4 giorni fa improvvisamente.

 

 

Christopher Kane

 

 

Christopher Bailey ha creato per Burberry Prorsum una collezione che  come molte altre viste fino a questo momento riporta indietro fra la fine degli anni Sessanta e l'inizio degli anni Settanta nella culla della cultura bohemien e dei prodotti artigianali. Gli abiti sono ricchi di toni della terra come il verde acqua e l’ocra, abbelliti da mantelli di camoscio con frange e poncho. Importante anche la colonna sonora scelta dal direttore creativo di Burberry Prorsum: in apertura  "Will You Love Me Tomorrow" di Carole King e per concludere  "My Sweet Lord" di George Harrison. Una sfilata piena anche di celeb da Cara Delevigne a Kate Moss accompagnata da Mario Testino.

 

 

 

Burberry Prorsum

 

 

Giles

Chi pensa che le modelle siano solo dei manichini si dovrà ricredere. Nella sfilata di Giles Deacon, infatti, così come aveva fatto Cara Delevigne lo scorso anno, alcune famose modelle hanno movimentato la passerella. Si tratta di Saskia de Brauw, Jessica Stam e Anna Cleveland, scelta per il finale di Giles, che girando più e più volte è riuscita a mostrare a tutti le ruches plissettate e le code di uccelli esotici presenti nell'abito. Accolta con stupore dalle it girl di Londra Giles Deacon ha presentato una collezione forte, in stile gotico che sembra ricordare molto il celebre personaggio di Dracula. Per i devoti di Deacon una collezione pensata per partecipare ad occasioni speciali con un tocco di eccentricità davvero glamour.

Share :